Home

Oltre ogni scetticismo: Ecco perchè si può guarire dall’Autismo Infantile

Sempre più esperti sono convinti che si può guarire dall'autismo infantileL’autismo ha una incidenza di 1 su 100 nati (Baird et al, 2006). Il disturbo autistico si piazza così in terza posizione nelle disabilità dello sviluppo più frequenti. Attualmente si ritiene che possa essere un solo trattamento per l’autismo, soprattutto infantile. Si parla del ricorso ad una sola terapia di sostegno psico-educativa. Il comune e tradizionale pensiero è quello di non considerare che guarire dall’autismo sia una concreta possibilità. Al netto di ricerche scientifiche – farmaceutiche più o meno efficaci, si evince infatti tuttora la mancanza di trattamenti farmacologici.
Ma chi dice che non vi siano nuove terapie per migliorare e guarire dall’autismo?

Quello che la ricerca dal lato della psicologia sulle ultime cure per l’autismo sta evidenziando, è l’efficacia di una terapia psicoterapeutica precoce. Dimostrato da varie ricerche e da diverse testimonianze di guarigione dall’autismo, è questo un risultato che fa discutere. Inquietante per alcuni, queste possibili cure dell’autismo infantile sta incontrando lo scetticismo di alcuni, quanto la speranza di professionisti e i genitori preoccupati.

La ragione di queste opposizioni riflette il dibattito sulle cause della malattia discusse nel precedente articolo: natura o ambiente?

La verità sull’Autismo emerge dall’interazione tra natura e cultura

I costanti progressi compiuti in tutte le discipline che affrontano quello ora denominato spettro autistico, fa si che l’intervenire precocemente, in mancanza di cure mediche, risulta l’approccio più promettente. Gli esperti di tutto il mondo iniziano a trovare un punto di incontro per dire che si, si può guarire dall’autismo. Una convergenza che trova riscontro comune in una diagnosi ed un intervento terapeutico precoce.

L’approccio che attribuisce cause biologiche alla natura dell’autismo si interroga sulle seguenti domande:

  • L’autismo è una disfunzione nella struttura neurale: nel cervelletto, nel sistema limbico, nella corteccia cerebrale?
  • È causato da una biochimica anormale nei livelli di serotonina, aumento delle beta-endorfine, o risposta del sistema immunitario difettoso?
  • È un sistema tattile disfunzionale, un sistema vestibolare disfunzionale o un sistema disfunzionale sistema ricettivo?

Allo stesso modo coloro che sostengono l’origine ambientale si trovano a domandarsi:

L’autismo dipende dalla qualità di attaccamento dei genitori, famiglia, sovra-stimolazione, dieta, sostanze chimiche, o vaccini?

Come Matt Ridley sostiene persuasivamente “I geni sono progettati per prendere spunto dagli stimoli, L’autismo può essere nei geni, ma c’è molto in noi che può incidere al riguardo”.

Come e perché la medicina parlante può aiutare a guarire dall’Autismo Infantile

Fattori biochimici di varia natura (causa naturale) vengono inevitabilmente modulati dall’ambiente delle relazioni familiari (causa ambientale). Il cervello di ogni bambino non potrebbe sviluppare neuro -psicologicamente senza il fattore ambientale costituito dai familiari o da chi si prende cura di lui.

Ecco perché l’ambiente relazionale ha la concreta possibilità di correggere quei processi iniziali neuropsicologici che predispongono alla strutturazione di una malattia dello spettro autistico.

In una fitta articolazione tra scienza e trattamento, il campo psicoanalitico con concetti, talvolta noti come la medicina parlante, si sta dimostrando molto utile nel campo della psicoterapia genitore –   bambino. Tutto questo perché oggi professionisti e genitori sanno finalmente che si può fare di più,  si può guarire dall’autismo infantile. La questione sta emergendo perché professionisti che sono esperti e abili nel leggere la matrice di emozioni ed i segnali di allarme che possono effettivamente manifestarsi nell’intuizione di una madre e la sensazione che “qualcosa non funzioni” con il proprio bambino.

Il tema della possibile completa uscita dall’autismo infantile è ancora al centro di importanti e positive scoperte. Persino il sito ufficiale del celebre New York Times.