Home » Ansia Scolastica

Ansia scolastica nei bambini: cosa fare quando i bambini manifestano ansia e rifiuto nell'andare a scuolaCos’è l’ansia scolastica e quali ne sono i sintomi?

Con la definizione di ansia scolastica si intende parlare di un particolare tipo di agitazione che colpisce alcuni bambini quando debbono andare a scuola. In particolare è una sintomatologia che ritroviamo spesso nei bambini che vanno alla scuola materna oppure ai primi anni delle scuole elementari. Certamente, nel percorso scolastico lungo diversi anni, può presentarsi una forma di ansia anche nei bambini e ragazzi più grandi.

Si può manifestare in modalità varie, con sintomi somatici e neurovegetativi quali:

  • Mal di pancia da ansia o di stomaco
  • Vomito o inappetenza
  • Mal di testa

L’ansia scolastica può però anche palesarsi con sintomi comportamentali quali:

  • Pianto
  • Agitazione motoria
  • Comportamenti oppositivi o ribelli

Questi segnali generalmente si presentano spesso al mattino o comunque al momento del risveglio, quando il piccolo realizza che “dovrà” andare a scuola…dovrà lasciare il suo “nido”. In questo senso è importante capire come combattere e sconfiggere l’ansia scolastica. Si intuisce come non si tratti di quel semplice malessere superabile con integratori alimentari per studenti sotto esame! Nei casi in cui questa problematica si presenti ripetutamente è bene andare oltre la ricerca di rimedi naturali per l’ansia da prestazione scolastica.

Come superare l’ansia scolastica da un punto di vista psicologico

I motivi che possono giacere dietro gli alti livelli di ansia nello andare a scuola nei bambini più o meno piccoli possono essere di vario genere. Pertanto ogni caso ha una sua spiegazione; di certo non è un “capriccio” così come spesso i genitori pensano riguardo a questo atteggiamento. Il bambino, dal suo punto di vista, sta invece manifestando una sua paura e necessita dell’ascolto dei famigliari. In alcuni casi vi è la concretizzazione di una vera e propria ansia da prestazione scolastica nei bambini che ad esempio si trovano ad eseguire compiti in classe. Può essere che si inneschi un circolo vizioso tra bassa autostima, aspettative dei genitori e rifiuto di andare a scuola. In altre parole va individuato il come gestire l’ansia correttamente affinché nel piccolo studente, si agisca nella normale altalena emotiva tra la volontà di essere stimati e il timore di non essere accettati.

Si può cercare di aiutare il bambino con rassicurazioni ed incitamenti a superare tale ansia, ma a nulla serviranno punizioni o atteggiamenti coercitivi. Può trattarsi di ansia transitoria che tenderà a scomparire dopo un periodo di assestamento e adattamento. Oppure, nei casi meno fortunati essa può persistere e complicarsi fino a diventare una sorta di fobia scolare: in questo caso i rimedi contro l’ansia scolastica nei bambini prevedono un intervento psicoterapeutico per il quale avrete bisogno di un esperto.

Potete rivolgermi delle domande se avete dubbi su cosa fare per l’ansia scolastica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.